Descrizione del progetto

OVAVERVA = fonte di acqua viva

L'acqua è l'unico composto chimico presente in natura allo stato liquido, gassoso e solido. Nella piscina, spa & centro sportivo OVAVERVA di St. Moritz i nostri ospiti godranno tutto l'anno di due stati fisici di questo bene prezioso: Acqua allo stato liquido in piscina per immergersi e nuotare, sguazzare e scivolare. Acqua allo stato gassoso in zona sauna per fare inalazioni e rilassarsi. E per tutti quelli che si divertono anche con l'acqua allo stato solido: piste da sci, piste da sci di fondo e sentieri innevati direttamente fuori dalla porta di casa.

Il nuovo emblema di St.Moritz prende forma

All'inizio è stata una visione: La nuova piscina di St.Moritz non doveva essere una semplice piscina dotata di vasca per il nuoto e per i tuffi e non doveva diventare soltanto il luogo dei bambini e del divertimento, ma doveva presentarsi, in qualità di centro sportivo e per il tempo libero, come un luogo adatto anche per il wellness e la gastronomia, per le attività all'aperto e per le superfici di vendita. I locali e i turisti avrebbero dovuto beneficiare di un luogo per la promozione della salute e per l'allenamento, per il divertimento e la socialità, per la tranquillità e il relax. Per questo motivo, sono stati tre i punti in primo piano:

  • Utilità sociale: incremento della qualità della località di villeggiatura e turistica
  • Utilità economica: buon rapporto tra spese e ricavi considerati investimenti e ricavi presunti dalla gestione
  • Utilità ecologica: utilizzo di energia sostenibile

Al di là di queste esigenze pratiche, si è dovuto anche creare un'architettura facile da ricordare, ossia un'highlight originale, capace di catturare l'attenzione. Pur adattandosi armonicamente nell'ambiente e nel paesaggio circostante, questa avrebbe dovuto, infatti, risultare moderna, luminosa e invitante per i visitatori. Ne sono scaturiti intensi lavori di preparazione durante i quali sono stati coinvolti esperti di diversi settori.

Risultato: Le richieste esigenti e, talvolta, contraddittorie, sono state rispettate: la progettazione degli spazi OVAVERVA curata dagli architetti ARGE Bearth & Deplazes oltre a Morger + Dettli, si suddivide su quattro piani, comprendendo tutte le infrastrutture necessarie ad un'attività tanto complessa.

Vista della futura vasca esterna. (Visualizzazione: PONNIEs Images)

Vista della futura vasca esterna. (Visualizzazione: PONNIEs Images)

Piano guardaroba (1. piano)

Il piano guardaroba è anche il piano di ingresso di OVAVERVA. L'ospite entra in un loggiato dotato di reception, informazioni e negozio outdoor. Da qui si dipartono gli ingressi ai bagni, al centro fitness, al ristorante, alla piscina e al piano dedicato al wellness. Grazie ad un'ampia finestra interna, l'ospite ha modo di far correre lo sguardo verso la scala che, dal cuore dell'edificio, porta alla zona dei bagni e che risulta illuminata dalla luce naturale proveniente da un lucernario sul tetto. Il percorso verso i guardaroba passa per una galleria adiacente al centro fitness. La palestra è attrezzata con una parete vetrata, un lucernario e una particolare illuminazione.

Piano tecnico (2. piano)

Il piano tecnico è stato realizzato come "piano ceco", ciò significa che esso è raggiungibile soltanto dall'interno dell'edificio e non viene percepito dagli ospiti. Pur passando per il piano tecnico, scale e ascensori conducono direttamente e senza interruzione dal guardaroba nei piani dedicati ai bagni e al ristorante.

Piano bagni (3. piano)

Il piano bagni è realizzato come una terrazza coperta circondata da ampie pareti vetrate, dove lo sguardo spazia di vasca in vasca nel paesaggio ma dove la luce del sole filtra in profondità nel piano stesso. Le singole vasche sono contenute in spazi alti, mentre gli spazi intermedi presentano altezze dei locali più contenute. É qui che il visitatore trova accesso, ad esempio, alla spettacolare Funtower con i suoi tre diversi scivoli. In aggiunta c'è poi il bistro bagni e il ristorante pubblico con terrazza e posti a sedere, dal quale si vedono la vasca per i bambini e la vasca per i non nuotatori.

Piano wellness (4. piano)

Il piano wellness si trova "nascosto" nel tetto del tempio, un mondo interiore intimo e tranquillo, protetto da sguardi indiscreti, ma aperto sui fantastici panorami del paesaggio engadinese. Al centro si trova lo spazio di sosta, che riceve la luce del sole e del giorno dalla scala centrale. Da qui, l'ospite scopre una variegata offerta di trattamenti rinfrescanti e rigeneranti e di possibilità rilassanti. A tal proposito, si cita in particolare la spa femminile dotata di biosauna, di sauna finlandese e di una singolare zona relax con vista mozzafiato sul parco e sulla valle sino al passo del Maloja.

Mappe da scaricare

Initiates file downloadSpaccato (PDF 71 KB)
Initiates file downloadPiano guardaroba (PDF 217 KB)
Initiates file downloadPiano bagni (PDF 193 KB)
Initiates file downloadPiano wellness (PDF 126 KB)
Initiates file downloadPiantina (PDF 167 KB)